Il Fascino del bianco e nero


Il fascino delle fotografie in bianco e nero: intervista a Maddalena Bianchi

Le foto in bianco e nero hanno uno charme tutto loro e possono regalare a qualsiasi location, come il lago di Garda, un tocco ancora più autentico e magico: lo sa bene Maddalena, che da qualche anno si è specializzata proprio in questo stile fotografico…

 

Maddalena Bianchi condivide con noi il suo approccio fotografico e la sua passione per degli scatti unici nel loro genere….

 

Come e quando è nata la tua passione per le foto in bianco e nero?

Non c’è un come e quando, in realtà. Diciamo che da circa un anno e mezzo ho iniziato a utilizzare i social per farmi conoscere e ho cercato un’idea per creare dei post originali che si distinguessero dagli altri. Per caratterizzarli, quindi, ho deciso di mostrare come vedo io il matrimonio, secondo il mio stile: cioè, usando il bianco e nero! Per me, la giornata del matrimonio è un vissuto, è un passato. Il bianco e nero rende bene questa idea. D’altra parte, ha un fascino tutto suo….
Forse in parte la mia passione per queste foto nasce da quando sono piccola: infatti, io sono cresciuta con una camera oscura in casa, perché mio papà, fotografo come me, sviluppava le sue foto lì. Quindi è qualcosa che fa proprio parte di me, il bianco e nero rientra fra i primi ricordi che ho della fotografia.

Come ti approcci con una nuova coppia di futuri sposi che ti viene a contattare?

Guarda, innanzi tutto gli chiedo….se sono sicuri! (ride) Nel senso, gli chiedo se hanno già visto le mie foto, se gli piace il mio stile….d’altronde, è quello che caratterizza un fotografo! Credo che le mie foto parlino per me: chi mi viene a contattare conosce già come lavoro. Comunque, specifico sempre che io non fotografo, ma racconto. Non mi piace mettere le persone in posa, non vado a cercare troppo la luce giusta, o gli ambienti migliori… Non sono cose che mi servono! Mi piace raccontare a modo mio.
Poi, consiglio a tutte le mie coppie di fare un servizio di engagement. Io solitamente lo trasformo in una ‘gita’ di mezza giornata che faccio con loro. Pensa, di solito sono più spontanee quelle foto che quelle del matrimonio!
Detto questo, ci tengo sempre a sottolineare che una volta che mi trovo dietro la macchina fotografica, io sono ‘la Maddy’, la loro amica! Non ho bisogno di avere facce tese, visi tirati….l’emozione delle nozze è già grande, non serve aggiungerne altra! Io mi affeziono sempre alle mie coppie, alla fine di un lavoro diventano persone con cui rimango in contatto ancora ben oltre la giornata del loro matrimonio.

Esiste qualche eccezione, qualche momento in cui il colore può diventare la scelta migliore per esprimere al meglio uno scatto? 

Be’, più che l’eccezione direi che è la regola! Intendo dire che quando consegno un album di matrimonio ultimato, metto soltanto il 15-20% di foto in bianco e nero. Questo perché io rispetto necessariamente il colore: non sono nella posizione – né vorrò mai esserlo – di imporre il bianco e nero. Lo propongo nella cartella di foto elaborate, ma nel momento in cui stampo l’album rispetto le scelte ‘colorate’ fatte dagli altri: dal fiorista che può aver scelto determinati colori per i fiori della cerimonia, alla sposa che magari ha scelto un abito color panna che quindi non deve risultare bianco, allo sposo che magari ha uno smoking blu e non nero… Perché dovrei alterare tutto ciò con il mio lavoro? La cura dei dettagli è importante, e va rispettata sotto tutti i punti di vita.
Pensa, a volte mi è anche capitato che mi chiedessero di fare un album interamente in bianco e nero…ma io stessa lo sconsiglio! Faccio infatti notare: ma allora perché scegliere una location colorata come il lago di Garda? Perché fare un catering con allestimenti colorati? Perché scegliere un bouquet con fiori di diversi colori? Il colore ci vuole in un matrimonio, su questo non c’è dubbio!

Ti piace molto vivere sul lago di Garda: location preferite o angoli nascosti che ami sfruttare per le tue foto?

Diciamo che sfrutto al meglio la location scelta dagli sposi, dove si svolgerà la cerimonia. Chi sono io per toglierli dai loro cari un’ora, un’ora e mezza trascinandoli via per delle foto? Peraltro, ho sempre trovato location stupende sul lago, quindi sono fortunata e non devo inventarmi chissà quali soluzioni per trovare degli scorci perfetti! Anche perché questo andrebbe contro il mio stile… essendo che desidero raccontare la giornata esattamente come avviene, è inutile trascinare via gli sposi in un luogo esterno che non c’entra niente!

Cos’è che ti piace di più del bianco e nero?

Quando scatto delle foto ad un matrimonio, non vado tanto a ricercare la luce perfetta…. Io cerco l’emozione, i sentimenti, cerco la storia… Talvolta, mi sono anche capitati matrimoni in cui la location o i dettagli non erano prettamente belli esteticamente…. Ma adattarli con il bianco e nero mi ha aiutato a tirare fuori la ‘bellezza nascosta’ da qualsiasi luogo!

Grazie a Maddalena per aver condiviso con noi il suo interessante e particolare punto di vista!

Marta Boldi