Abiti da sposa: la collezione 2018 di Galvan sposa


Abiti da sposa: la collezione 2018 di Galvan sposa

Intervista a un’esperta della moda da sposa!

 

 

Oggi intervistiamo Stefania, titolare del brand Galvan sposa. L’azienda opera da 30 anni in questo settore, creando meravigliosi abiti da sposa per un matrimonio da sogno. Si tratta di un brand interamente made in Italy: ogni singolo passaggio (dalla creazione, al disegno, al taglia e cuci) che porta alla creazione di ciascun abito avviene presso la sede centrale dell’azienda, sul lago di Garda.Abbiamo chiacchierato con Stefania per chiederle qualche curiosità riguardo le ultime tendenze sugli abiti da sposa, e qualche consiglio su come scegliere l’abito perfetto…

 

Con quali aggettivi descriveresti la nuova collezione Galvan sposa 2018?

Elegante, femminile, preziosa e fashion! Una delle caratteristiche fondamentali per qualsiasi abito da sposa è che deve esaltare al massimo la sua femminilità.
I nostri abiti sono il risultato di una produzione interamente Made in Italy, il che è una scelta importante. I capi fatti nelle sartorie italiane, infatti, sono capi pregiati e curati nei minimi dettagli. La moda, d’altronde, è nata in Italia!

 

Che percorso seguite per ideare una nuova collezione da sposa?

Sicuramente, il nostro stile parte seguendo i dettami dell’alta moda. Facciamo una grande ricerca, e partiamo da lì per poi ispirarci ai trend che vengono seguiti dai brand più in voga e prestigiosi. Ad esempio, ultimamente si può notare come molti brand propongono abiti molto ‘nudi’, che donano un aspetto particolarmente sexy alla sposa. Dal canto nostro, ci siamo adeguati a questo trend proponendo abiti che siano magari più scollati o più sensuali, ma che mantengano comunque i canoni dell’eleganza classica. Cerchiamo di impreziosire ciascuna creazione ‘mescolando’ gli ingredienti migliori: dai tessuti più pregiati ai dettagli ricercati e particolari. Bisogna ricordarsi che l’abito da sposa dev’essere sì un abito alla moda, ma non un mero abito da sera! Per questo, dev’essere unico nel suo genere.

 

Quali sono alcuni ‘consigli d’oro’ che qualunque futura sposa dovrebbe seguire quando sceglie il suo abito?

Personalmente sono del parere che una futura sposa dovrebbe seguire un po’ più l’istinto per capire quali abiti le stanno effettivamente bene addosso, piuttosto che impuntarsi seguendo il desiderio di ciò che vorrebbe farsi star bene. Con questo, intendo dire che bisognerebbe entrare in un’atelier con un’idea di base, senz’altro, sul tipo di abito che si sta cercando…ma poi, bisognerebbe anche essere abbastanza elastici da riuscire a fare una scelta effettiva basandosi su criteri oggettivi. Se ti impunti su un determinato stile d’abito ma la tua fisicità non è adatta a quel modello… sarebbe meglio cambiare idea e scegliere un altro modello che risalti al massimo la tua bellezza! Per me, è importante come indossi il vestito, come lo rendi tuo, come effettivamente ti sta addosso.
Proprio seguendo questo principio, fra le nostre collezioni abbiamo anche una linea ideata per le spose curvy: si chiama Le dolci curve, e il suo slogan è: “Non è la taglia che indossi, ma è come indossi la tua taglia!” Diciamo che in questa frase si racchiude il principio che secondo me bisognerebbe seguire, quando si sceglie il proprio abito.
Il nostro fiore all’occhiello è proprio il servizio: nel nostro atelier ciascun abito viene elaborato su misura per ciascuna sposa. Un’opera d’arte fatta su misura! L’idea è quella nascondere eventuali difetti e esaltare i pregi, apportando, qualora siano richieste dalla sposa, eventuali modifiche per personalizzare l’abito al massimo.

 

È vero che quando una sposa trova finalmente il “suo” abito, “sente” che è il suo?

Assolutamente sì: posso testimoniare che è vero! L’abito da sposa lo devi sentire tuo, per forza. E quando trovi quello giusto….lo capisci al volo. Però, se posso permettermi farei una piccola critica: oggi, le spose hanno…troppo pubblico! Una volta, la sposa veniva attesa fuori dalla chiesa, perché erano tutti curiosi di vedere l’abito e praticamente nessuno l’aveva ancora visto….Oggi, invece, la futura sposa ha troppe persone che la seguono già alla prima prova! Diventa più complicato scegliere, ci sono troppi pareri. Poi, con tutte le foto che si possono inviare in tempo reale tramite gli smartphone ad amici e parenti, il vestito diventa così pubblico che perde la magia della sorpresa… e questo è un peccato. Infatti noi, per preservare l’incanto, i cellulari li vietiamo del tutto!

Grazie a Stefania per averci raccontato qualche curiosità sul meraviglioso Atelier Galvan Sposa!

 

Marta Boldi