Un matrimonio in fiore sul lago di Garda


UN MATRIMONIO IN FIORE SUL LAGO DI GARDA

I fiori sono essenziali per qualsiasi matrimonio: dal bouquet agli addobbi, non può mancare il tocco elegante e romantico che solo loro sanno regalare. Intervistiamo degli esperti del settore, direttamente dall’atelier floreale Nibel

 

 

I fiori occupano un posto d’onore all’interno dell’organizzazione di un matrimonio: basti pensare al bouquet della sposa, alle composizioni floreali con cui si addobba la Chiesa o ai bellissimi centrotavola creati per abbellire il pranzo di nozze, solo per citare alcuni esempi. Intervistiamo Irene e Fabio Atelier Nibel, professionisti nella creazione di stupende composizioni floreali che ci raccontano qualche trucco e qualche consiglio riguardo a uno degli oggetti più importanti di un matrimonio: il bouquet della sposa.

Partiamo dal principio! Quali sono i primi consigli che date, quando una futura sposa viene da voi per il suo bouquet?

Per individuare il bouquet perfetto per ciascuna sposa partiamo con il chiedere come si immaginano il loro matrimonio e (in assenza dello sposo, ovviamente!) come sarà il loro abito. In base allo stile dell’abito cominciamo a individuare le caratteristiche del bouquet che poi affiniamo in sintonia con il tipo di cerimonia e il tipo di atmosfera che si vuole ricreare per il grande giorno. In generale lo stile del bouquet segue lo stile degli addobbi floreali presenti al matrimonio.

Quali criteri è bene tenere a mente per creare un bouquet ad hoc, che completi  perfettamente il look della futura sposa?

Il bouquet deve essere proporzionato alla corporatura della sposa e generalmente si accosta all’abito per armonia o per contrasto. Se poi ci sono esigenze specifiche, ad esempio il desiderio di avere un determinato tipo di fiore, cerchiamo di rispondere alle richieste della sposa sempre tenendo in considerazione l’insieme generale e le tendenze del momento.

Quali sono i vostri fiori preferiti da abbinare in un bouquet da sposa? Quali, invece, preferite evitare?

Senza dubbio le rose inglesi, date la loro molteplice varietà di forme e colori si prestano a comporre i bouquet più diversi. Sono soffici e delicate, molto sofisticate nella loro semplice eleganza. I fiori che preferiamo evitare sono quelli che subiscono trattamenti che ne snaturano l’origine, come ad esempio le rose tinte.

Invece, per quanto riguarda i colori adatti ad un matrimonio? Meglio optare per un’ensemble completamente bianca, oppure si può anche includere qualche tocco di colore qua e là?

Non possiamo negare che spesso la richiesta è per colori neutri, magari classici come il bianco o l’avorio, ma che cerchiamo di rendere attuali con declinazioni pastello, come il cipria, o con tocchi di colore tono su tono come l’ametista accostato al rosa chiaro. La scelta del colore dipende anche dalla tipologia di matrimonio: le variabili sono davvero molte, il nostro compito è di supportare gli sposi, orientando la scelta verso un risultato finale armonioso.

Un consiglio per chi volesse un bouquet non tradizionale?

Anche se tendenzialmente il bouquet è il classico mazzo legato, ci è capitato di realizzare qualcosa di insolito come un bouquet conchiglia o un bouquet pomander, da portare appeso al braccio come una piccola borsetta.  In generale per chi volesse “osare” consigliamo di optare per qualcosa con cui la sposa si senta a suo agio, per non rischiare di trovarsi a condividere la giornata con un “oggetto indesiderato”.

So che costruite anche graziosi parasoli per spose: da dove nasce questa idea particolare, come aggiunta per un look da sposa? Perché una sposa dovrebbe optare anche per un parasole, come accessorio?

L’idea del parasole floreale è un altro suggerimento per un bouquet non convenzionale e ideale per una cerimonia all’aperto. Senza dubbio è una scelta fuori dagli schemi, ma di grande eleganza e soprattutto un ottimo elemento scenografico per il reportage fotografico.

Ringraziamo Irene e Fabio di Atelier Nibel per la loro disponibilità e per averci regalato qualche consiglio pratico per trovare il bouquet perfetto!

Marta Boldi