Il rito delle candele


LA MAGIA DELLA LUCE: IL RITO DELLE CANDELE

Volete rendere il vostro matrimonio sul lago di Garda ancora più emozionante ed indimenticabile? Maria Teresa Baracetti Garn, esperta wedding planner, propone una cerimonia coinvolgente e ricca di romanticismo: il rito delle Candele

 

 

Maria Teresa ci racconta un rito speciale da inserire all’interno della propria cerimonia di nozze, per un tocco di magia in più: scopriamolo insieme!

 

Il rito delle candele, noto anche come Rito della Luce, dona un tocco in più di romanticismo e magia alla celebrazione del matrimonio: da dove nasce?

“Io c’ero, ero lì con voi quando vi siete scambiati le vostre anime!” Questo è uno dei messaggi della candela, protagonista di questo rito, le cui origini sono ancora poco chiare. Alcuni lo fanno risalire all’epoca pagana, altri al periodo New Age o addirittura Wicca.

 

Come e quando hai iniziato a proporre (o ti è stato chiesto) alle tue coppie di celebrare il loro matrimonio seguendo questo rito?

Durante i matrimoni tedeschi che accompagno da ormai oltre 15 anni mi è stato chiesto da una celebrante di inserire il testo della cerimonia delle candele. Avendo poi visto la magia del momento, ho deciso di proporlo anche ai miei sposi, e molti ne sono rimasti entusiasti.

 

Il rito delle candele può essere svolto sia in una cerimonia religiosa che in una civile?

La cerimonia delle candele o della luce è ideale sia per il rito religioso, che ha come elemento chiave quello della “luce”, sia per quello civile, al quale donerà una nota più emozionante e celebrativa. E devo aggiungere che lo è anche per la cerimonia simbolica, perché renderà l’atmosfera ancora più solenne e romantica.

 

Perché consiglieresti a una coppia di sposi di scegliere questo rito particolare per le loro nozze?

È un rito che propongo durante i nostri incontri, durante i quali ho anche delle candele con me da mostrare agli sposi per spiegarli meglio di cosa si tratta, ma il testo rimane una sorpresa fino al fatidico giorno. Lo consiglio soprattutto a quelle coppie che hanno l’impressione che non basti la cerimonia “classica” e la lettura degli articoli del codice civile, ma che desiderano un “testimone silenzioso” in più, un momento magico un rito da poter ripetere quando desiderano riprovare la sensazione e la vicinanza di quel giorno.

 

Questo bellissimo rito potrà rendere ancora più indimenticabile l’atmosfera delle vostre nozze! Grazie a Maria Teresa per averci raccontato la storia dietro questo bellissimo rituale.

 

Marta Boldi