Matrimonio a tema


PER RESTARE…IN TEMA!

Un modo per rendere il vostro matrimonio ancora più unico è quello di organizzarlo scegliendo un tema! Ma quali sono i pro e i contro di una festa di questo tipo?

 

immagine realizzata da Photo Gek – Fenaroli

 

Un matrimonio a tema può essere una scelta molto divertente! Che si tratti di un tema generico, come un’epoca storica, o un tema più personale legato agli sposi che rispecchia i loro gusti, i matrimoni tematici diventano sempre feste molto originali e particolari. Chiaramente, però, c’è anche qualche elemento ‘contro’ nello scegliere delle nozze di questo tipo: mantenere il giusto tema può diventare più difficile del previsto! Vediamo come valutare quest’idea….

 

PRO: Organizzare un matrimonio a tema è perfetto per chi vuole lasciar correre libera l’immaginazione. C’è da sbizzarrirsi con qualsiasi tematica si possa scegliere: l’importante è scegliere con cura tutti i dettagli della festa! Quindi, ad esempio, se si sceglie un’epoca storica – gli anni ’20, l’epoca d’oro di Hollywood, gli hippy, gli anni ’80, e quant’altro – ricordatevi di fare una ricerca approfondita del periodo per restarci fedeli. Se invece si sceglie un tema diverso, assicuratevi di fare in modo che i vostri invitati riescano a familiarizzarci prima delle nozze, nel caso in cui non lo conoscano! Faccio un esempio emblematico: se scegliete un soggetto cult come un film o una serie, ricordatevi che magari non tutti sono fan e dovrete fare in modo di spiegare almeno le basi del vostro tema per non mandare gli ospiti in confusione! A parte queste attenzioni, potete divertirvi un sacco trasformando la vostra festa nel set perfetto: dai costumi alle luci, dalla torta nuziale al banchetto, dai nomi dei tavoli alle bomboniere, tutto quanto può essere trasformato a vostro piacimento!

 

CONTRO: Purtroppo, ci sono anche persone che non amano affatto le feste a tema. E questa è una cosa di cui dovrete tenere conto! Chiaramente, si tratta pur sempre del vostro matrimonio e avete tutto il diritto di organizzarlo come più vi piace. Però, ricordatevi semplicemente di non offendervi qualora qualche ospite storca il naso o non si mostri particolarmente ‘entusiasta’ della vostra scelta! Purtroppo, non si può certo forzare l’entusiasmo, così come la partecipazione al tema… Pazienza, l’importante è che restiate felici voi! Attenzione anche a non ‘ingarbugliarvi’ con dei temi troppo ‘irrealizzabili’: è bello fantasticare, ma forse è meglio valutare in fase di organizzazione quanto sia effettivamente ‘fattibile’ un dato tema, prima di dare il via a dei preparativi che rischiano di finire sconclusionati/insoddisfacenti/deludenti.

 

Marta Boldi